venerdì 6 febbraio 2009

SE CI DATE UN PO' DI TEMPO....APPRENDIAMO ANCHE NOI

Già segnalato sul blog di Paola, questo delicato video pubblicato sul sito http://www.aidtorino.org/
Mi sembra importante diffonderlo
perchè la sensibilizzazione verso questa problematica non è mai sufficiente,
perchè se ci date un po' di tempo....apprendiamo anche noi...
perchè la scuola non sia uno stress troppo grande...
perchè possiamo leggere e scrivere in altri modi....

8 commenti:

Annarita ha detto...

Già visto e apprezzato sul blog di Paola. Appena ho un attimo lo diffondo anch'io.

Baci,Fra

Katia ha detto...

Molto bello ed efficace, ho messo il link sul blog.
Un bacio

france ha detto...

Ciao care! E'importante diffondere informazioni su questa tematica che crea problemi onerosi nelle famiglie proprio perchè non è conosciuta o riconosciuta.
Quindi monitoraggio regolare dell'apprendimento della letto-scrittura, collaborazione con i servizi territoriali per l'individuazioe precoce e per la messa in atto di misure efficaci.
La dislessia si combatte con l'informazione, con il riconoscimento e con l'attuazione di approcci diversi e diversificati alla letto-scrittura!
Vi abbraccio

remo ha detto...

Il bambino zoppo prova con ostinazione  tutti i giorni  a raggiungere nella corsa i suoi compagni.
incoraggiatelo a correre sempre , non fategli sapere che è zoppo e nascondete la sua limitazione,
il bambino che sa di essere zoppo non correrà più.
Credo che la dislessia vada affrontata così , tutti i giorni il bambino , con ostinazione , deve provare a raggiungere i compagni.

Piuttosto usate tanto PC tanto T9 tante calcolatrici ,Questi   non sono altro che  delle straordinarie protesi che fanno correre al pari degli altri......e molto di più vedi: Oscar Pistorius

remo..... uno che si rivede in toto nel filmato.

Pier Luigi Zanata ha detto...

Brava.
E' sempre bene far conoscere in maniera corretta i problemi dei nostri ragazzi.
Ancora complimenti.
Buona domenica
Vale

simona fermanelli ha detto...

molto bello ..ne farò tesoro..e lo diffonderò anch'io..e complimenti anche per il blog in generale: è molto moderno e capace di "sensibilizzare gli animi" :-)
Simona (amica di Riccarda)

france ha detto...

Remo, hai messo in evidenza in maniera concreta la necessità di strumenti compensativi...grazie!

Pier Luigi, ben arrivato!

france ha detto...

Ciao Simona,
dal tuo blog ho visto che sei una insegnante della scuola superiore e mi fa doppiamente piacere il fatto che tu sia interessata al problema della dislessia. Credo che la problematica sia complessa soprattutto nella vostra fascia scolastica, quando la lettura e lo studio diventano onerosi in termini quantitativi e il disturbo diventa compromettente, arrivando a precludere il percorso. E' importante l'attivazione delle protesi, degli strumenti compensativi che permettono un accesso diversificato alla lettura e alla scrittura....ci sono esempi di dislessici illustri!
Ti aspetto ancora