mercoledì 15 dicembre 2010

SALIAM...SULLA MONTAGNA...



Saliam sulla montagna....ecco il titolo della nostra ultima unità di lavoro che ci ha coinvolti nello studio del nostro ambiente più vicino, ma non per questo conosciuto...
La montagna è stata vista con molti occhi e costruita con molti strumenti...
Ci siamo avvicinati pian piano...osservando quella che ci sta vicino, fotografandola,
sezionandola nella sua vegetazione, nella sua costituzione.
Ma abbiamo avuto voglia di approfondire, di capire di più ed ecco allora che abbiamo utilizzato delle risorse on line
Come si sono formate le montagne? Queste due animazioni ci hanno aiutato a capirlo...
Le montagne vivono, cambiano, si modificano, si sgretolano...guarda qui...
Salire in alto, cosa cambia? Flora e fauna della montagna e fasce altimetriche, una risorsa da leggere e da mappare in piccoli gruppi e una risorsa on line  della Scuola Cavasso, che ci ha permesso di visualizzare le piante e gli animali.
Un altro sito importante e divertente per poter utilizzare anche il senso dell'udito:
Gli animali della montagna, con schede informative semplici, fruibili e i versi degli animali!
Ma non solo risorse on line...abbiamo portato a scuola libri e quanto potesse essere utile per disegnare flora e fauna delle diverse fasce altimetriche! e intanto la montagna cresceva e si popolava!!!
E...nel frattempo... una guida...anzi due guide eccezionali ci hanno portati in giro per i boschi per incontrare gli animali e raccontarli nelle loro vicissitudine e nelle loro abitudini...
Ah, dimenticavo: le guide erano niente meno che....Mario Rigoni Stern che ci ha offerto pagine davvero intense di vita nel bosco in "Uomini, boschi e api" e Ezio Francheschini con le sue avventure narrate ne "La valle più bella del mondo"...
Ma non ci siamo fermati qui, abbiamo voluto conoscere alcuni degli animali della montagna, vederli nel loro ambiente durante lo scorrere dell'anno e nel mutare della stagione....ci hanno accompagnati in questo viaggio una meravigliosa bambina e una tenera volpe....
Abbiamo potuto riflettere anche sul corretto rapporto con gli animali: AMARE NON E' POSSEDERE!

E ancora...gruppi opzionali di laboratorio con la cartapesta ci hanno permesso di costruirla la nostra montagna, scavarla, innalzarla, formare dighe, individuare valichi, versanti, vette, fondovalle.....

Insomma ci siamo impossessati anche della nomenclatura relativa...

Per fare questo lavoro, oltre alle risorse multimediali segnalate abbiamo attinto anche a quelle condivise,  nel blog La Maestra vi saluta che ringrazio molto!

Aggiornamento: Posto qui un breve stralcio dell'introduzione al testo di Mario Rigoni Stern, scritta proprio dall'Autore...
"Vorrei che tutti potessero ascoltare il canto delle coturnici al sorgere del sole, vedere i caprioli sui pascoli in primavera, i larici arrossati dall'autunno sui cigli delle rocce, il guizzare dei pesci tra le acque chiare dei torrenti e le api raccogliere il nettare dai ciliegi in fiore. In questi racconti scrivo di luoghi paesani, di ambienti naturali ancora vivibili, di quei meravigliosi insetti sociali che sono le api, ma anche di lavori antichi che lentamente e inesorabilmente stanno scomparendo. Almeno qui, nel mondo occidentale. Nella prima parte leggerete ricordi di tempi assai tristi, quando, da giovani ci trovammo coinvolti in quella che dalla storia viene definita Seconda guerra mondiale. Leggendo più avanti troverete anche storie di animali selvatici e di uomini che vivevano e qualcuno ancora vive in un ambiente sempre più difficile da conservare. I miei brevi racconti non parlano di primavere silenziose, di alberi rinsecchiti, di morte per cancro, ma di cose che ancora si possono godere purché si abbia desiderio di vita, volontà di camminare e pazienza di osservare". 

Questo post partecipa a Powered by BannerFans.com

13 commenti:

Annarita ha detto...

Bellissima attività France.

Complimenti a te e i tuoi piccoli.

Un bacione.
annarita.

palmy ha detto...

"volontà di camminare e pazienza di osservare": i due requisiti fondamentali di uno studio della natura in full immersion!

france ha detto...

Annarita,
sempre gratificanti i tuoi commenti!
Attività come queste sono lunghe, si costruiscono passo dopo passo...ma il coinvolgimento di tutti i sensi e di tutte le intelligenze paga!
A presto,
france

france ha detto...

Palmy,
aggiungiamo...desiderio di vita...che dobbiamo recuperare negli iunsegnanti e negli studenti!!!
A presto,
france

erica ha detto...

leggere, vedere ed ascoltare i tuoi post è sempre una gioia...

Congratulazioni a te e ai tuoi alunni per il GRANDE lavoro svolto: è piacevole, interessante e istruttivo.

BRAVI, BRAVI, BRAVI!!!

un abbraccio
erica

la maestra mpm ha detto...

Che gran lavoro! Complimenti a te ed ai bambini, sia per l'attività sulla montagna, sia per le poesie che finalmente ho avuto il tempo di ascoltare con calma.
Non so i tuoi bambini, ma i miei sono innamorati delle poesie, in questo periodo ci siamo dati ai calligrammi.
Purtroppo il tempo è tiranno e non sempre si riescono a fare tutti gli approfondimenti che si vorrebbe.

Marco ha detto...

Mi sono immerso nella lettura del racconto di questa "attività ricreativa"; si, ricreativa, perchè credo che i ragazzi, oltre ad aver imparato molte cose, si siano divertiti molto. Ho seguito i vari link proposti per cercare di seguire il giusto percorso di questa vostra "passeggiata" e mi è piaciuto moltissimo (adoro gli animali e la natura), ma vi ho anche un po' invidiato perchè sarebbe stato ancor più bello farlo "realmente".

Complimenti alla maestra Francesca per l'enorme lavoro che immagino ci sia stato e per la passione con cui ha guidato i suoi alunni ed un complimentone ai bravissimi ragazzi.

Un perfetto esempio di come proporre una lezione costruendola passo passo insieme ai ragazzi, che sono sicuro non dimenticheranno.

Un salutone
Marco

france ha detto...

Marco,
grazie per questo tuo commento che coglie la co-costruzione del percorso fatta dagli alunni...che speriamo "non dimenticheranno"!
Ancora grazie per la tua partecipazione accorata!!!!
france

rosy ha detto...

Arrivo direttamente
da scientificando
Annarita da sempre voce
alle cose belle
e questo vostro lavoro
è davvero bellissimo.
Credo che i ragazzi oltre
ad apprendere si sono
anche molto divertiti.
E non dimenticheranno
Complimenti
a te e ai ragazzi.
Grazie, è sempre bello vedere
tanta passione e tanto amore
per l'insegnamento

Un cordiale saluto e
buon fine settimana

france ha detto...

Grazie MPia, come avrai potuto notare il tuo contributo di condivisione in questo lavoro è stato notevole!!!
Quando parli di tempi ristretti, sottolinei le problematiche di una didattica attiva e partecipata!!!
Un abbraccio
france

france ha detto...

Rosy,
grazie per la tua visita e per il tuo commento!
Annarita è una grande dispensatrice di informazioni!!!
Torna ancora,
france

elisa ha detto...

..che bel lavoro france!!! ...davvero mi fai venire la nostalgia di certe attività..non insegno scienze quest'anno e neanche geografia ...peccato ...
bravissima e bravi i bambini..non dimenticheranno facilmente com'è la montagna..un caro saluto
elisa

palmy ha detto...

Grazie di aver contribuito con questo post ( e anche con l'altro, che lascerò) alla mia iniziativa. Il banner l'ho corretto.