sabato 23 ottobre 2010

GIOCARE A SCUOLA

ART. 31
Della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia
  • Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica.

  • Giocare a scuola dovrebbe essere una conseguenza logica di tale affermazione...
    Il gioco come pratica educativa era stato il concetto fondante della pedagogia del Kindergarten, di Fredrich Froebel per il quale l'importanza del gioco era fondamentale, tale da ritenersi un diritto dell'infanzia. "Il gioco è per il bambino l'equivalente del lavoro per l'adulto. Attraverso il gioco si sviluppano il linguaggio, l'attività logico-matematica, la produttività, il disegno.Dunque l'educatore, può scoprire gli interessi di ciascun bambino e disciplinarne, senza costrizione, l'attività dirigendola verso i fini che ritiene più opportuni."

    Parole datate ma estremamente attuali.
    Di giochi, Giochi per crescere,parla infatti Paola nell'articolo che ha scritto per Edu-Tech, Ottobre 2010.
    Giochi motori, giochi di parole, giochi col computer...non importa il mezzo, il focus deve essere sempre centrato sull'apprendimento attraverso l'esperienza diretta e il coinvolgimento sensoriale.

    E quando parliamo di giochi col computer, dovremmo ricordarci che gli ambienti virtuali permettono la simulazione di esperienze con effetti altrettanto importanti quanto quelle reali, esperienze che arricchiscono le esplorazioni reali, implementandole e colorandole con il piacere, il coinvolgimento e la motivazione...

    Ed ha ragione Paola anche quando segnala la carenza in Italia di produzione di giochi didattici virtuali, evidenziando "perle rare" come Betty Liotti, che con il suo sito è diventata un punto di riferimento per molte famiglie, ma anche per molte classi.

    Sempre in questo articolo Paola elenca una serie di giochi da lei selezionati e provati con i bambini, distinti per categorie a seconda delle abilità che essi vanno a sollecitare.
    Grazie Paola per questa preziosa ricerca!

    4 commenti:

    Paola ha detto...

    Eih, grazie a te per la segnalazione!!
    bacioni a te e a Remo

    palmy ha detto...

    Avevo saltato questi utlimi post perché sul mio blog il tuo non si era aggiornato! Misteri di blogger...
    Comunque davvero un "e vaaaaai" da parte mia!

    Betty ha detto...

    Grazie per avermi nominata France, è sempre un piacere sentirsi utili!!!
    Un bacio :-)

    palmy ha detto...

    Presto pubblicherò un post con le migliori idee didattiche trovate nei blog che leggo, tra cui metterò anche il tuo post sulla linea del tempo