domenica 11 luglio 2010


Il manifesto


1. Amo insegnare. Amo apprendere. Per questo motivo sono un insegnante.

2. Insegnerò per favorire in ogni modo possibile la meraviglia per il mondo che è innata nei miei alunni. Insegnerò per essere superato da loro. Il giorno in cui non ci riuscirò più cederò il mio posto ad uno di loro.

3. Insegnerò mediante la dimostrazione e l'esempio, il riconoscimento dei miei errori illuminerà il mio percorso.

4. Accompagnerò i miei alunni alla scoperta del mondo, assecondando e stimolando in ognuno di loro la curiosità e la ricerca, le domande e la passione.

5. Non potendo dare loro la verità, mi adoprerò affinché vivano cercandola.

6. Incoraggerò nei miei studenti la volontà di superarsi costantemente e di non rassegnarsi mai di fronte alle difficoltà.

7. Farò in modo che la scuola sia il mondo, e non un carcere.

8. Non trasmetterò ai miei studenti saperi rigidi e preconfezionati. La mia visione del mondo mi guiderà, ma non sarà mai legge per i miei alunni. Il dubbio e la critica saranno i pilastri della mia azione educativa.

9. Contrasterò lo studio per il voto e promuoverò lo studio per la vita.

10. Raccoglierò elementi di valutazione, rifiutando approcci semplicistici e meccanici che non tengano conto delle situazioni di partenza, dei progressi, dell’impegno e della crescita complessiva del singolo alunno.

11. Lotterò affinchè la scuola sia la scuola di tutti, la scuola in cui ogni studente possa apprendere seguendo tempi e tragitti individuali.

12. Aiuterò i miei alunni ad illuminare il futuro leggendo il passato e vivendo in pienezza il presente. Li aiuterò a stare nel mondo così com'è, ma non a subirlo lasciandolo così com'è.

13. Resterò fedele a questi punti in ogni momento della mia azione educativa, pronto ad affrontare e superare tutti gli ostacoli formali e burocratici che si presenteranno sulla mia strada.

Sul sito La scuola che funziona, comunità virtuale cui partecipano moltissimi insegnanti, è stato pubblicato Il manifesto degli insegnanti che ho voluto pubblicare qui in maniera integrale poichè lo condivido e lo sottoscrivo in ogni punto.

Qui potete leggere la storia e lo sviluppo di questo Manifesto, sintesi dei contributi e della collaborazione attiva di moltissimi insegnanti che hanno voluto, in questo modo, rendere espliciti i punti programmatici dell'essere insegnanti.

13 punti che sanno raccontare in modo davvero puntuale e significativo il mestiere dell'Insegnante, ovvero di colui che "lascia dei segni" nei propri alunni, senza soffocarli, senza ingabbiarli, segnando la strada con il proprio esempio...

La strada della gioia della conoscenza, del piacere della scoperta, della libertà che passa dal dubbio e dalla critica, della fiducia in sè e negli altri, della voglia di andare avanti nonostante tutto...

13 punti impegnativi, che coinvolgono in prima persona...nuovi nella forma, ma non nei contenuti, che riportano alle parole di

Lorenzo Milani" Spesso gli amici mi cheidono come faccio a far scuola e come faccio ad averla piena.Insistono perchè io scriva per loro un metodo, che io precisi i programmi, le materie, la tecnica didattica. Sbagliano la domanda, non dovrebbero preoccuparsi di come bisogna fare per fare scuola, ma solo di come bisogna essere per far scuola."

e di Romano Guardini "Ho chiesto un giorno ad un amico che cosa sia esattamente formazione, cultura...Egli rispose: Capacità di giudizio. Giacchè per poter giudicare occorrono criteri, occorre possederli vivi nel nostro spirito, criteri per ciò che è grande e piccolo, genuino o inautentico, pregevole o vile".

Un manifesto da condividere, da sottoscrivere, da pubblicizzare, da far arrivare nelle scuole...

Ecco qui il link dove potrete firmare il Manifesto



7 commenti:

maestra manuela ha detto...

Carissima Francesca, passare di qui è una sana abitudine per me: i tuoi post sono sempre interessanti... Il manifesto è da sottoscrivere e da diffondere sicuramente, ho ripreso questa tua segnalazione anche in un post sul mio blog...
a presto,
Manuela

france ha detto...

Cara, nonostante i "nostri impegni" dobbiamo avere una visione di ampio respiro....e vedo che tu condividi...
bacissimi, a presto
france

erica ha detto...

ciao Francesca,
finalmente mi sono presa il tempo per leggere con attenzione il manifesto che hai pubblicato: non saprei scegliere quale punto condividere di più... sono tutti determinanti e necessari per fare della nostra scuola un "momento" di grande crescita per alunni, famiglie e insegnanti stessi.
è bello sapere che ci sono ancora molti Insegnanti che credono in quello che fanno.
grazie
e buon lavoro.
ciao erica

Paola ha detto...

Ciao France. Siamo a Prato allo Stelvio,domani ci spostiamo a Canazei dove staremo fino a lunedì. Non ho dietro il tuo num di telefono, se mi leggi chiamami! Baci
Paola

palmy ha detto...

Mi inserisco un po' fuori tema, anzi decisamente fuori tema... Un saluto estivo e un invito alla condivisione di un bel giorno di vacanza sul mio blog... a presto!!!!

elisa ha detto...

io sono tra le promotrici ed ero pure a Venezia...ciao francy buone vacanze

france ha detto...

Cara Elisa,
pensa che ci avevo fatto un pensierino pure io...peccato aver perso questa occasione per conoscerci...
Alla prossima speriamo e complimenti per il tuo impegno!!!
fra

p.s.: buonissima fase finale di vacanze...